• Riciclaggio di materie plastiche a Cura Carpignano

    Il lavaggio e la triturazione degli scarti plastici

  • A.S. Plast è attiva nel riciclaggio di materie plastiche a Cura Carpignano con un impianto di triturazione all'avanguardia e che rispetta i rigidi standard imposti dalla normativa vigente.

    Il recupero e il riutilizzo dei materiali plastici è un'operazione fondamentale e ormai necessaria per la salvaguardia dell'ambiente, data la lenta degradabilità di questi composti. Servono infatti dai 100 ai 1.000 anni per smaltirli. Inoltre, possono rappresentare una risorsa per le aziende, anziché un costo. Quelli che dovrebbero essere scarti di produzione infatti, diventano una nuova materia prima, o meglio, una materia prima seconda, che può rientrare nel processo produttivo ed essere nuovamente utilizzata dall'azienda o venduta a società che lavorano materiali plastici.

    Inoltre, da non sottovalutare, è il ritorno di immagine per le società che scelgono di impegnarsi nel riciclo degli scarti industriali. La società civile oggi è molto sensibile alle questioni ambientali e premia le imprese attente a questo tema, che dimostrano di fare il possibile per diminuire l'impatto ambientale della loro attività.

  • Le prime fasi del riciclo della plastica

    Le prime fasi del riciclo della plastica

    Il riciclaggio di materie plastiche a Cura Carpignano inizia direttamente in azienda, tramite la separazione di questi materiali dagli altri scarti di lavorazione. A. S. Plast si occupa poi del ritiro dei rifiuti in plastica e il trasporto presso il suo stabilimento.

    Una volta giunti a destinazione, gli scarti vengono separati in base al materiale plastico di cui sono composti e della gradazione di colore. Per ottimizzare questo processo, l'impresa si avvale di macchinari moderni in grado di riconoscere la composizione e la tonalità dei differenti polimeri. Per ovviare a eventuali errori delle macchine, questa operazione viene supervisionata da operatori esperti che in caso di bisogno intervengono manualmente.

    Una volta separati i diversi materiali, si procede con un lavaggio profondo che ha lo scopo di eliminare residui di altre sostanze che possono compromettere la qualità del materiale finito. È infatti importante che la plastica sia pura per poter essere riciclata.

    Gli scarti puliti sono pronti per la triturazione in appositi macchinari in grado di macinare e granulare il materiale plastico raccolto. Dopo la triturazione, il composto viene nuovamente lavato e ricontrollato da un metal detector che ha il compito di eliminare eventuali scaglie metalliche prima di essere imballato.


    Differenti tipi di materiali plastici

    Il termine generico “plastica” comprende in realtà una vasta gamma di materiali diversi, per la maggior parte derivanti dal petrolio. Ogni polimero ha una specifica composizione ed è adatto a usi diversi. I più comuni sono:

    • PE – polietilene – utilizzato per sacchetti, flaconi per detergenti, giocattoli, pellicole e imballi;

    • PP – polipropilene – utilizzato per flaconi, contenitori per alimenti, mobili, oggetti d'arredamento e imballi;

    • PVC – cloruro di polivinile – vaschette per uova, pellicole, tubi, infissi e piastrelle;

    • PET – polietilene tereftalato – bottiglie, fibre sintetiche, nastri per cassette;

    • PS – polistirene (polistirolo) – vaschette per alimenti, posate, piatti, bicchieri.

    Se il materiale che viene riciclato è omogeneo, il prodotto ha caratteristiche molto simili all'originale e viene chiamato materia prima secondaria. In caso contrario si ottiene una plastica riciclata eterogenea, che trova anch'essa largo impiego nella produzione di molti oggetti.


    Contatti A.S. Plast per informazioni e preventivi per il riciclaggio di materie plastiche a Cura Carpignano.